Italiano

MATTEI A TUTTO TRANSIT

Due importanti appuntamenti fieristici del settore veicolare faranno da palcoscenico alle nuove soluzioni Mattei in un ambito che già la vede protagonista

Vimodrone, maggio 2017 – Dal Canada all’Italia, Ing. Enea Mattei SpA si prepara alle fiere del settore veicolare con molte conferme e alcune novità.

L’offerta di compressori Mattei tradizionalmente è molto variegata per il transit, un ambito in cui la tecnologia a palette si esprime al meglio, anche in condizioni operative estreme come nelle applicazioni ferroviarie.

RVMIl compressore a palette non è condizionato da vibrazioni o temperature, dall’ambiente esterno e dal decadimento dei cuscinetti a sfera, in quanto è auto bilanciante, ruota per mezzo di due bronzine e utilizza un accoppiamento motore - compressore diretto, tramite giunto elastico. I compressori industriali Mattei registrano abitualmente un funzionamento di oltre 280.000 ore e, nel settore ferroviario, di 35.000 ore, ancora con palette originali e bronzine montate in fabbrica. Un confronto senza paragoni con i compressori a vite, le cui prestazioni decadono con le ore di utilizzo: infatti, il funzionamento di un gruppo vite, che varia da 20.000 a 30.000 ore, si riduce a 12.000 quando la macchina è sottoposta a vibrazioni, calore e residui, tipici di qualsiasi applicazione ferroviaria. Viceversa, con una corretta manutenzione ordinaria le prestazioni di un compressore a palette restano invariate per tutta la vita del compressore.

Accanto alla linea RVM, pensata appositamente per le esigenze di questo settore, Mattei ha recentemente introdotto l’unità APM300 (Automotive People Mover), impiegata sulle navette passeggeri, e l’unità EV (Electric Vehicle), per l’utilizzo su veicoli alimentati a batteria e, in particolare, i bus elettrici. “I vantaggi della tecnologia rotativa a palette sono fondamentali per il settore veicolare e per la nuova frontiera dei veicoli elettrici: le nostre macchine sono silenziose grazie alla totale assenza di vibrazioni, molto compatte e facili da installare; sono inoltre dotate di un sistema anticondensa, unico e brevettato, che previene l’emulsificazione dell’olio” spiega Giulio Contaldi, CEO di Mattei.

Blade 22i PlusDal 24 al 28 maggio ad Autopromotec a Bologna, la fiera biennale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, Mattei darà ampio spazio alle sue macchine di taglia medio piccola. “Si tratta di compressori affidabili, silenziosi e molto performanti; il tutto con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Posto d’onore sarà riservato al compressore Blade 22 i Plus, a velocità variabile grazie all’inverter e con essiccatore integrato. L’accoppiamento diretto tra il motore elettrico e il gruppo di compressione tramite giunto elastico determina un significativo risparmio energetico, eliminando ogni perdita dovuta alla presenza di ingranaggi o cinghie trapezoidali. Questo modello garantisce un funzionamento ottimale anche a basse velocità, con conseguente risparmio di energia e maggiore silenziosità di esercizio, migliorata anche dalle pennellature in materiale fonoassorbente” afferma Giulio Contaldi.

XT 65_2017In precedenza, dal 15 al 17 maggio, Mattei ha partecipato al Public Transport Summit di Montrèal, in qualità di membro dell’associazione organizzatrice UITP, cui aderiscono molte aziende ai vertici del mercato del trasporto pubblico urbano. La vera novità del convegno canadese è stato il nuovo compressore XT65, progettato e sviluppato nell’ambito dell’European Union Convenient Project; Mattei è stata partner di questa iniziativa, che si proponeva come obiettivo la riduzione del 30% del consumo di carburante nei veicoli per il trasporto merci a lunga distanza. “Con il nuovo XT65 abbiamo registrato una riduzione del 50% dell’energia consumata rispetto a un sistema tradizionale di compressione tramite pistoni, con un notevole risparmio di carburante. Progettato per aumentare l’efficienza energetica, l’affidabilità, e la durata tra un intervallo di manutenzione e l’altro, il compressore XT65 risponde alle esigenze di prezzo nel settore dell’automotive ed è protetto da 4 brevetti internazionali” conclude Giulio Contaldi.

Scarica il  comunicato stampa